Il Grande Blek

il grande Blek

Inutile dirvi che queste strisce evocavano emozioni e sogni sconfinati come gli incantevoli paesaggi del Nord America. Il biondo trapper e i suoi amici sapevano portarci lontano con la fantasia meglio di qualsiasi computer e TV moderni. In questa ristampa della serie IV avente per titolo:
Nuovi aneliti di libertà
i nostri eroi vengono invitati ad una riunione di patrioti capeggiati da John Garlan, un ricco allevatore che sta organizzando nella sua contea una lotta di resistenza contro gli inglesi. Ma nel luogo convenuto, una soffiata, fa intervenire gli odiati "gamberoni" e nella sparatoria che segue Blek riesce a fuggire ma Garlan viene catturato. Riorganizza nella boscaglia il gruppo dei sopravvissuti e in attesa di trovare il modo di liberare il capo locale, una diligenza scortata dagli inglesi gli consente di attuare un'imboscata e catturare a sua volta la bella Mary Bancroft che è una spia al servizio inglese e deve comunicare urgenti notizie al governatore. Lei però tenta la fuga a cavallo ma rischia di finire in un precipizio e Blek la salva scoprendo che in realtà è una doppiogiochista, deve consegnare documenti falsi circa la posizione dei ribelli per spostare gli inglesi ed attaccare i loro forti sguarniti. Così si organizza uno scambio prigionieri su di un ponte, con Garlan da un lato e la bella Mary dall'altro, ma il governatore ha predisposto un piano per far saltare il ponte una volta passata la sua "spia" e il nostro eroe dovrà sfidare le acque impetuose per salvare Garlan. Ma nella successiva trappola a valle del fiume verrà a sua volta catturato dopo aver messo in salvo il capo dei patrioti. Adesso però può contare sull'aiuto della bella Mary che avvisati i suoi compagni riesce ad organizzarne la liberazione e la seguente presa del forte. Il piano stabilito continua e diversi altri forti fino all'innevato Quebec, con l'aiuto anche dei patrioti canadesi, vengono via via presi fino al giorno del trionfo, dove i nostri chiudono il conto con le truppe del governatore, che han vagato inutilmente in giro alla loro ricerca per trovarsi accerchiate e sconfitte tra un canyon e una boscaglia vicino alla cittadina di La Tuque, a chiusura della settima striscia di questa bella serie IV.
il grande Blek

Commenti

  1. rovistare in edicola fa molto bene
    allo spirito specie se ti capita per le mani qualche vecchia ristampa di
    miti oggi senza tempo
    ;-))
    ma anche una lacrimuccia di gioia
    adolescenziale

    RispondiElimina
  2. Vero ... l'altro giorno mettendo ordine in cantina ho trovato delle riviste di storia illustrata che mi deve aver regalato qualcuno ... sono rimasto incantato come quando da bimbo me le regalarono ...

    RispondiElimina
  3. socio di minoranza14 marzo 2011 17:25

    socio perbacco uno scannerino e due righe sui contenuti e si pubblica
    che aspetti??

    RispondiElimina
  4. Socio lavoratore15 marzo 2011 08:52

    non ci avevo pensato ... si farà ...

    RispondiElimina
  5. urk... saremmo certo i primi ad avere online riviste datate .. beh non certo i primi ma ricordo bene storia illustrata fatta molto accuratamente
    e quindi da conservare .. capito mi hai??
    mantienila!!

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

Color Tex N.11 - COWBOYS

Il Grande Blek - Raccolta n. 14

Blek il nemico dei Piedi Neri

Color Tex N.10

Il Grande Blek – raccolta n. 95