Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn. di C.Dexter

Dunque? Lei che cosa ne pensa?". Il Presidente del Comitato Esami Esteri interpellò a bruciapelo Cedric Voss, responsabile della Commissione di Storia.
"No, mi scusi, Presidente, ma credo che prima sia meglio sentire il parere del Segretario: in fin dei conti sarà il personale di ruolo a interagire con chi verrà nominato". Si fosse trovato in compagnia meno eletta, Voss avrebbe aggiunto che non gliene importava un fico secco di chi si sarebbe beccato il posto. Ma, date le circostanze, tornò a sprofondare nella comoda poltroncina di pelle azzurra assumendo la sua caratteristica posa sonnacchiosa, con la speranza che tutti si dessero una mossa. La riunione andava avanti da almeno tre ore.



Mondo accademico di Oxford, fine anni ’70.
Il burbero ispettore Morse del commissariato di Thames Valley Police di Oxford si trova ad indagare in un caso di omicidio avvenuto all’interno del Mondo accademico di Oxford.
La vittima è il giovane professore Nicholas Quinn, membro del Comitato Esami Esteri di Oxford. Non era stato facile per Quinn ottenere la nomina accademica in quanto afflitto da sordità progressiva, e da molti ritenuto inadeguato per svolgere a pieno le sue funzioni all’interno del Comitato. Il suo corpo viene ritrovato nel proprio appartamento con accanto una bottiglia di sherry e sembra evidente che la morte sia avvenuta per avvelenamento da cianuro.
Le indagini di Morse e del suo aiuto Lewis, si dimostreranno tutt’altro che semplici, in quanto si ritrovano in un mondo, quello accademico, molto snob, oscuro e reticente. Vengono a galla conflitti per motivi di carriera, intrighi sessuali ed economici, finanziatori stranieri. E quando sembra che Morse abbia trovato la pista giusta, ecco un secondo omicidio a rendere ancora più intricata la soluzione del caso. Ed allora accompagnato da una birra al pub e dallo scettico sergente Lewis, Morse cerca di districar l’ingarbugliata trama, trovando l'intuizione determinante nel mondo silenzioso di Nicholas Quinn.

Classico giallo deduttivo, di tradizione inglese, in cui il protagonista è egocentrico (Morse) e la sua spalla scettica e paziente (Lewis).
Le indagini avvengono per ipotesi progressive, che vengono via via smentite da nuovi indizi ed avvenimenti, facendo sembrare che tutto si debba ricominciare da capo.
Ottima la descrizione introspettiva dei personaggi che man a mano compaiono nella narrazione, dando un quadro d’assieme molto equilibrato e compatto.
La figura dell’ispettore Morse è avvincente: enigmista, assiduo lettore, amante della musica di Wagner, noto frequentatore di pub e belle donne.
Sebbene scritto negli anni ’70 il romanzo sia per i ritmi narrativi che per la società che descrive si dimostra sempre attuale.
Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn è il terzo romanzo della serie dell’Ispettore Morse da cui è stata tratta una serie tv andata in onda, in Italia, sulla piattaforma SKY.



Commenti

  1. è un tipo di libro che mi intriga tanto perché dalla descrizione fatta sembra che i protagonisti assomiglino molto ai miei miti Holmes e Dottor Watson :)

    RispondiElimina
  2. il modus operandi è quello, per deduzione e controllo dei particolari, ma Morse è più dinamico ... più uomo diciamo ... ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

Color Tex N.11 - COWBOYS

Il Grande Blek - Raccolta n. 14

Blek il nemico dei Piedi Neri

Color Tex N.10

Il Grande Blek – raccolta n. 95