Color Tex N.12

Color Tex N.12
SPARATE SUL PIANISTA
testi Ruju disegni Frisenda
A Castle Dome sulle rive del Colorado giunge uno strano individuo ben vestito e in compagnia di una signora. Entrambi eleganti e del tutto fuori luogo in quell'ambiente di frontiera, vengono avvertiti dal postiglione circa i rischi per una coppia come loro di alloggiare in un posto simile. Ma per nulla turbato l'uomo entra nel saloon e si mette a suonare con gran maestria il piano per poi mostrare la sua abilità con la colt ad un avventore che voleva spassarsela con la sua donna. Lui è René Valjean, noto col nome di "pianista" ed è un sicario di professione assoldato da un losco proprietario di miniere che stava truffando perfino i propri dipendenti e che era stato smascherato da Tex Willer. Costui, Mr. Smoulders, aveva preso tempo confessando di aver nascosto il denaro sottratto a Castle Dome e mentre Tex si era recato sul posto per controllare, aveva telegrafato per ingaggiare il pericoloso sicario. Questi ha già messo fuori uso il vecchio Carson dopo averlo drogato con whisky alterato dalla sua complice, quando questi era giunto sul posto precedendo Tex. Quando arriva Willer, sembra che anche per lui stia per toccare la stessa sorte del suo pard, ma il nostro è tipo che difficilmente si lascia sorprendere e non vedendo il suo amico si allarma e sventa il piano del killer di farlo bere per poi batterlo facilmente a duello. Per lui è segnata l'ora e Tex vuole misurarsi all’aperto, sulla strada, affinché tutti possano ammirare l'uomo che sognava di uccidere Tex Willer mordere la polvere centrato di precisione al petto con due rapidi colpi di pistola.
IO UCCIDERO' TEX WILLER
testi Giusfredi disegni Soldi
Plaza de toros de Redencion, desolata e spazzata dal vento, il giovane Rick Short di fronte a Tex mentre Carson è spettatore unico sulla gradinata. Tutto è pronto per il duello e il ragazzo, figlio del bandito Bullet Ray ucciso da Tex, vuole la sua vendetta. Per questo si è alleato alla banda del Jefe e dei suoi Desperados sulle cui tracce erano da tempo i nostri pards. A Redencion, luogo dell'agguato previsto, i rangers non si fanno sorprendere e in breve riescono ad eliminare tutti i messicani scovando tra essi questo giovane bianco gravemente ferito. Tex accetta il duello ben conscio che per il giovane c'è poco da vivere con quella ferita mortale facendolo illudere per l'ultimo istante della sua vita di aver battuto il grande Tex Willer.
GIUSTIZIA!
testi Cavalletto Disegni Poli
James Foley ha finito di rapinare banche e ammazzare gente. Tex lo ha finalmente catturato e lo consegna allo sceriffo confidandogli che presto penzolerà come un salame da una forca e siccome l'uomo gli inveisce contro, gli da anche una bella ammorbidita prima di sbatterlo in cella senza che se ne accorga placidamente in braccia a Morfeo. Purtroppo per lui nell'ultima rapina ha ucciso John Conway e suo padre Lawrence, uno dei più potenti e ricchi rancheros della zona, ha aggiunto diversi zeri di sua tasca alla taglia di quel balordo ed ora, visto che gli è rimasto poco tempo da vivere e suo figlio era tutto quello che contava per lui, non aspetterà certo il processo mettendogli alle calcagna il fior fiore dei peggiori assassini della regione. E difatti la banda di Orrin Brower arriva ben presto nei paraggi, il vecchio Conway, come temuto, ha pagato i più spietati tra i bounty killers e a detta dello stesso Tex peggiori addirittura dei loro ricercati. Ecco quindi che per evitare guai all'intera cittadina decidono di scortare il prigioniero a Fort Smith distante solo un giorno e di mettersi in marcia appena schiarisce l'alba con un paio di aiutanti e il giovane figlio dello sceriffo a dar man forte. Ma uno di questi li tradisce per denaro e Brower li inchioda nei pressi di un guado dove erano obbligati a passare. Tex smaschera il traditore e escogita un piano per liberarsi dei cacciatori di taglie, riuscendo a sopraffarli sull'altra sponda dopo aver guadato il fiume non visto da un'altra parte. Il giovane figlio dello sceriffo ha perso la vita nella sparatoria e il vecchio Conway è morto nel suo ranch di crepacuore. Non avrebbe comunque potuto assaporare la sua vendetta e Foley a Fort Smith affronterà un regolare processo.


ABILENE, KANSAS
testi Boselli disegni Bertozzi
Lungo la mitica Pista Chisolm una enorme mandria di Longhorns, circa tremila capi, viene condotta alla più vicina ferrovia per essere imbarcata. A guidarla, per conto di piccoli allevatori della Valle del Nueces, è Ben Harlow e la meta è Abilene nel Kansas. Ai venti cow boys si è aggiunto un uomo che dice di avere esperienza e siccome servono nuove braccia ecco che viene assunto col compito di "Drag Rider" ovvero mangia polvere in coda alla mandria come nuovo assunto, che tuttavia deve avere buoni occhi per non lasciarsi sfuggire o restare indietro nessun capo. Tanto più che l'ultimo arrivato è un certo Tex Willer sulle tracce di un ricercato che dovrebbe essersi mischiato ai mandriani e del quale non conosce il volto. A Ben Harlow rivela la sua identità e lo scopo della missione pregandolo di mantenere il segreto e in cambio lo aiuterà con le mucche fino ad Abilene dove chiuderà il cerchio sul ricercato. Strada facendo deve vedersela con la mandria infuriata e affrontare uno "stampede" aiutato provvidenzialmente da Ranse uno dei cow boys, e successivamente sventare un attacco notturno dei Comancheros atto  a rubare bestiame da rivendere agli amici Comanches. Ad Abilene l'epilogo con Ben che strappa un buon prezzo sulle bestie e Ranse che aiuta ancora Tex a far fuori il resto della banda di Comancheros, rivelandosi anche per essere il ricercato ancorché per un omicidio che come spiegherà a Tex altro non era che legittima difesa. Lui gli crede e spiegherà al comando che l'uomo gli è sfuggito ma che in cambio ha portato diversi banditi a loro volta ricercati e facenti parte della banda Comanchera di Will Crabbe lui compreso e stecchito. Ma è solo un episodio dell’ avventurosa vita di Tex che lo racconta ai suoi pards, in un bivacco notturno davanti ad un fuoco spiegando al vecchio cammello che poi quel Ranse divenne un ottimo sceriffo a dimostrazione che non era affatto un assassino e che per essere giusti non sempre bisogna attenersi a tutti costi alla legge.
DAL TRAMONTO ALL'ALBA
testi Nizzi disegni Zaghi
Arrivato in città al tramonto con l'unica intenzione di farsi una bella bistecca più larga del piatto e una buona dormita per poi ripartire all'alba, il nostro Tex è talmente famoso e conosciuto che l'incredulo cronista del Morning Star vorrebbe intervistarlo per dare impulso al suo giornale che langue con le solite notiziole trite e ritrite. Ma alla sua curiosità si contrappone tutta una serie di timori da parte di personaggi loschi che temono sia arrivato in città indagando su di loro. C'è anche chi vorrebbe vendicare la morte di suo fratello ad opera del ranger e in quella assurda serata nel saloon dove Tex cena in santa pace, si scatena una violenta sparatoria con il nostro che risponde al fuoco che gli piove da tutte le parti da perfetti sconosciuti. Abituato alle piogge di piombo il nostro li stende ad uno ad uno per poi non spiegarsi l'accaduto allo sceriffo accorso sul posto. Tuttavia da uno dei sopravvissuti gravemente ferito, si scopre che stavano per organizzare il furto di lingotti d'oro che la mattina dopo sarebbero partiti sotto scorta militare e quindi Tex se ne riparte come niente fosse giusto all'alba dell'indomani e in contemporanea il Morning Star esce con un'edizione straordinaria andando a ruba nella cittadina.

Color Tex N.12

COLOR TEX N.12
Novembre 2017

Commenti

  1. ma il duello avviene realmente o è solo un sogno del ragazzo??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho capito neanch'io
      O_O

      Elimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

Da "Le Voci del Bosco" di Mauro Corona

I dodici Cesari

I rangers di Finnegan

Auto & Fuoristrada Dicembre 2012 Gennaio 2013

Il Grande Blek – raccolta n. 100