Doc!


Doc!
T rail's End, New Mexico, una ghost-town dove tre balordi sono appena giunti alla ricerca di quello che viene chiamato Doc, un dentista che vi vive in solitario con Helen e Bram un negro che sembra in apparenza mite. Doc è fuori e i tre si appostano per riceverlo adeguatamente al suo ritorno. Scopriranno a loro spese con chi avevano a che fare e tempo dopo sulle tracce di uno dei tre giungono in quel posto dimenticato Tex e Carson. Ai due riferisce un Marshall del capoluogo di contea che li ha accompagnati fin lì, che Harry Vaughan, l'uomo che cercavano per aver ucciso un ranger a Nacogdoches in Texas,  è stato trovato legato sulla sedia da dentista orrendamente torturato con un trapano. I sospetti e il relativo mandato di cattura sono per John Henry Holliday noto a tutti col nome di Doc Holliday, famigerato baro, pistolero e fuorilegge. Ma Tex è di ben altro parere e indagando si è già fatto un'idea di come possano essere andate le cose e che erano almeno in tre in combutta tra loro. Leadville, Colorado è appena arrivata la diligenza che tra gli altri scarica Kate Elder meglio nota come "Big Nose" Kate e ancor di più come ragazza di Doc Holliday ed è diretta al Texas House dove Doc gestisce un tavolo di "Faro", gioco d'azzardo molto popolare. Qui apprende da Doc che non c'entra niente con la morte di quei tre sebbene tutti sappiano che non correva buon sangue tra loro. Nel mentre a Fort Rucker in Arizona nella Cochise County, i nostri stanno seguendo la pista che conduce ai veri assassini. Qui parlando col comandante della guarnigione, azzardano l'ipotesi che un paio di persone, l'ex sceriffo Behan e il pistolero Johnny Ringo, possano essere le prossime vittime in quanto riconducibili con gli altri tre morti ai fatti accaduti a Tombstone tra i fratelli Earp e Doc da un lato e i Clanton e loro sodali dall'altro. Seguirono negli anni molte altre sparatorie in quella che venne chiamata "la cavalcata della vendetta". E visto che l'ex sceriffo ora lavora in un carcere ed è pertanto abbastanza protetto non c'è che da cercare Johnny Ringo che sembra sia di nuovo coinvolto con l'attività banditesca nella zona. Ed è proprio cercando di rintracciare dei banditi che avevano derubato del loro carico d'oro due cercatori che i nostri arrivano a Dos Cabezas, unico villaggio nella zona. Qui scoprono i due balordi della rapina nel saloon e ne hanno la meglio facilmente per poi mandarne uno ad avvertire Johnny Ringo della loro volontà di parlargli. L'incontro avviene e Johnny si dice estraneo all'attività dei due sebbene li conosca, lui  si mantiene onestamente da vivere al soldo di un ranchero. Messo al corrente dei tre uccisi anche lui è dell'idea che non sia opera di Doc anche se sa perfettamente che li voleva morti, lui compreso, in quanto ritenuto responsabile della morte di uno dei fratelli Earp ucciso a tradimento nella faida successiva ai fatti del O.K. Corral. Sembra chiaro a tutti allora che i misteriosi assassini  cerchino il bottino messo insieme e nascosto in anni di rapine da quella che venne definita la "Banda dei Cow Boys" che annoverava alcuni tra i morti di Tombstone e i fatti recenti. Continuando le indagini i nostri arrivano a Leadville alcuni giorni dopo che il locale dove lavorava Doc era stato distrutto da un incendio. Lui si era diretto a Denver a cavallo mentre una strana bionda col suo servitore negro avevano preso il treno per la medesima direzione. Ad avvertire i nostri è l'infuriata Kate che aveva tentato di aggredire la bionda rea a suo dire di volerle rubare l'uomo. Che i tre si conoscano appare quindi chiaro ed essendo i due sospettati di essere complici del misterioso killer, i nostri si dividono sulle loro tracce. Carson in treno e Tex con Kate a cavallo sulle tracce di Doc. A Yuma l'ex sceriffo Behan, ora direttore del carcere non è nel suo alloggio e Tex va a cercarlo a Yuma Crossing dove con tutta probabilità intende passare la notte con una  señorita. Il suo arrivo è provvidenziale per l'ex sceriffo in quanto riesce a sventare l'attacco mortale che nel buio qualcuno gli aveva portato. Nel frattempo Carson è giunto a Santa Fe sulle tracce della bionda e del negro e fa visita senza tanti complimenti alla donna nella sua stanza d'albergo. Con le buone maniere che un vecchio gentiluomo come lui conosce, li ammansisce e fa rinchiudere nelle celle del locale sceriffo, dove li lascia per rimettersi sulle tracce di Tex. La donna, la bionda Helen, ha fatto intendere che il fantomatico "dottore" suo complice è proprio Doc, per cui Carson vuole al più presto riferirlo a Tex. A Las Cruces Plateau dove operano i rimanenti componenti della banda dei cowboys, sebbene ora dediti più che altro a pascolare mandrie, sembra che convergano le strade di Tex con Kate da una parte, Carson e il killer o Doc presunto tale. Ma è a Skeleton Canyon che il  misterioso killer si rifà vivo e uccide Johnny Ringo mentre cercava di recuperare il bottino all'insaputa dei suoi compari della banda. Questi giunti sul posto subito dopo Tex e lo stesso Doc, li sospettano di essere in combutta e iniziano a sparargli contro. Tex, Doc e Kate si attestano in posizione più alta e favorevole e li respingono finché da un altro lato arriva Carson e la partita per la banda si chiude con qualche morto e il dover rientrare ai pascoli di Las Cruces a piedi senza armi e soprattutto senza scarpe. I nostri non hanno tempo da perdere per andare a seguire le tracce del killer e a patto di non farsi più vedere da quelle parti li lasciano liberi. A quel punto saputo che Carson ha messo il sale sulla coda ai due complici del killer, ragionando sul fatto che anche lui potesse essere un dentista, come del resto scoperto con i primi omicidi, a Doc viene improvvisamente in mente il nome di Jerry Mitchell, amico dei suoi cugini e col quale ebbe diversi diverbi per la sua crudeltà da giovane. Poi dopo essere diventati dentisti ed aver esercitato per un periodo insieme, Doc lo aveva dovuto lasciare per i problemi ai polmoni per cercare l'aria più secca del Sud, trovando anche la sua vera natura di giocatore e pistolero. Le sue gesta da Tombstone avevano risvegliato in Jerry probabilmente un senso di rivalsa tale da immedesimarsi in quel suo vecchio amico rubandone l'identità. Sicuri che avrebbe tentato di contattare la sua Helen, i nostri arrivano a Santa Fe dove l'uomo cade in trappola confermando i loro sospetti. Non rivelerà mai il perché delle sue azioni e tantomeno dove avesse nascosto i soldi del bottino di quella banda che aveva sterminato addossandone le colpe a Doc. Morirà impiccato mentre accomiatandosi da Tex, Doc e Kate si ripromettono di raggiungere l'amico Earp in Alaska e rifarsi una vita. Ma poco tempo dopo Tex riceve una lettera nella Riserva Navajo dove dimora con Carson. E' Kate che gli scrive della morte di Doc Holliday a soli 36 anni vaneggiando negli ultimi due mesi passati a letto su dove possa aver nascosto il bottino quel Jerry. Lei pensa di aver capito dove possa trovarsi nella Skeleton Valley e siccome ha carattere è fermamente decisa a provarci e i nostri, dovesse aver bisogno di aiuto, saranno lì pronti a darle una mano.
Straordinario numero 34 della serie gigante con cadenza annuale che alla sceneggiatura corposa di Boselli, con incursioni – non è la prima volta – in fatti storici realmente accaduti, sebbene liberamente trattati, unisce – ed è questa la vera novità – i disegni della bravissima Laura Zuccheri, una vera e propria sorpresa che si fa apprezzare fin dalle prime tavole per la cura e resa grafica dei personaggi. Specie Tex e Carson le vengono fuori con una naturalezza e semplicità di tratti da stupire per come personaggi, in genere non rivolti ad un pubblico femminile, le siano invece così familiari da ritrarli facilmente in ogni circostanza che la storia le ha chiesto. Faccio quindi  i miei più sentiti complimenti a questa new entry nel mondo bonelliano che risponde al nome di Laura Zuccheri. Bravissima davvero!

Texone n. 34
Giugno 2019

Commenti

Post popolari in questo blog

Da "Le Voci del Bosco" di Mauro Corona

I dodici Cesari

Blek il nemico dei Piedi Neri

Il Grande Blek – raccolta n. 100

Stanlio & Ollio