Color Tex N.8 Minaccia nelle tenebre e altre storie

Color Tex n.8
Quattro entusiasmanti storie in questo numero della serie a colori semestrale, che vede all'opera, ad iniziare dalla copertina del grande Tanino Liberatore, altrettanti ottimi disegnatori. Si inizia con
MINACCIA NELLE TENEBRE
su testi di Mauro Boselli e disegni di Giuseppe Franzella, Tex, con l'aiuto di Carson e Tiger, deve proteggere il Senatore Falkner nella sua villa nel Texas da oscure minacce che lo stanno da tempo assillando. Strane ombre si muovono attorno a lui non appena si fa notte e Tex non può che fare ricorso a El Morisco che ben presto individua in uno strano flauto regalato al senatore dal suo vecchio amico Sangston, dei grafemi appartenenti al Turanico, una vecchia lingua dell'Asia centrale. Ben presto si scopre che Sangston è divenuto un potente occultista e vuol far pagare al senatore un mancato aiuto utile un tempo per la sua carriera politica. Il flauto pur non emettendo suoni udibili all'orecchio umano è in grado di evocare il signore delle tenebre Aghran che si impossessa nel tempo del corpo della vittima portandola alla pazzia e poi alla morte. Per il senatore non c'è più scampo ma Sangston, rintracciato a Galveston, subirà la sua stessa sorte in uno scontro diretto con il brujo di Pilares che gli prevarrà in astuzia, facendogli evocare il terribile spirito a sua insaputa. Episodio che vede i nostri in disparte, spettatori inerti e col vecchio Carson che resterà scosso per parecchio da quella terribile esperienza.
SFIDA ALLA VECCHIA MISSIONE
su testi di Pasquale Ruju e disegni di Sergio Tisselli, Tex e Carson piombano di notte nel campo di Octavio, un comanche che ha rapito e segregato la signora Patricia Graves durante il suo viaggio verso Fort Thomas dove suo marito è il colonnello comandante. Le autorità, dopo diversi inutili tentativi, si sono rivolte ai nostri nella speranza di liberarla. Lei è stata rapita come rappresaglia per l'ennesima rottura dei trattati da parte dei bianchi, ma è stata trattata bene dal capo indiano, del quale, spiega con un certo imbarazzo, non è stata solo prigioniera. Ora lui la rivuole e con i suoi è già col fiato sul collo dei nostri che trovano rifugio in una vecchia missione abbandonata, il luogo ideale per dare fiato ai clarinetti e sfoltire il gruppo dai più facinorosi. Avendo riconosciuto nell'uomo a cui danno la caccia, il capo bianco dei Navajos, l'invincibile Aquila della Notte, i Comanches non sono più propensi a dare la loro vita per una miserabile squaw. Così il solo Octavio, il cui cuore evidentemente batte forte per la donna, sfida in duello Tex che a sua volta la accetta battendosi con lui al coltello e ferendolo in un cruento corpo a corpo. Ma Tex lo cura e lo affida ad un uomo di medicina fidato prima di riportare la donna da suo marito, dove avrà modo di rischiarargli le idee alla mascella e Patricia fare la sua scelta definitiva nell'episodio a mio avviso più bello per i disegni tipo acquerello che il Tisselli rende magistralmente.
LA BANDA HOGAN
su testi e disegni di Gigi Simeoni vede Tex in solitaria a Bodie, nei pressi della Sierra Nevada, dar manforte al locale vecchio sceriffo per assicurare alla giustizia il pericoloso bandito Hogan. Lo sceriffo aspetta il suo nuovo vice e Tex è disposto a restare ancora in città anche perché le bistecche di Pete, uno dei ristoratori di Bodie, sono tra le più buone mai mangiate. Ma la banda di Hogan è in agguato e intercetta il vice sceriffo uccidendolo sulla strada in quello che ritenevano un colpo ad un portavalori. Dai documenti rinvenuti sul suo corpo ecco scattare immediatamente il piano per liberare il loro capo, facendo spacciare Jeff, uno dei loro componenti, per il vice atteso dallo sceriffo Hagstaff. Ma Tex scoprirà l'inganno e coglierà di sorpresa l'intera banda sul treno che trasportava il loro capo a Sacramento. Il tutto senza sparare un colpo.
CHINDI
su testi di Luigi Mignacco e disegni di Luca Vannini, Tex e Tiger nei pressi della Black Mesa scoprono i cadaveri di una famiglia Hopi, massacrata in un piccolo pueblo. I colpevoli hanno una mezza giornata di vantaggio ma è calata la notte e i nostri debbono per forza accamparsi dopo aver seppellito i morti. Ma durante la notte a Tiger viene in sogno il CHINDI, lo spirito del vecchio Hopi, che gli dice di non preoccuparsi per lui e la sua famiglia ormai nella pace dei Pascoli Celesti, ma di salvare sua figlia portata via da quegli uomini malvagi in cerca del Pueblo del tesoro, il luogo mitico che attira da sempre i più spietati pendagli da forca. Tex crede ai segni avuti dal suo pard e inizia subito le ricerche senza aspettare l'alba. Il terzetto di balordi andrà incontro alla morte come pure la ragazza rapita il cui "chindi" apparirà ad uno dei banditi e allo stesso Tiger nel finale di questo struggente episodio impreziosito  dalla grafica accurata del Vannini.
Quattro episodi brevi da leggere d'un fiato e dai disegni ben curati, tra i quali si distinguono senza dubbio i due citati, per una serie semestrale davvero intrigante e ben concepita.

Commenti

Post popolari in questo blog

Color Tex N.11 - COWBOYS

Stanlio & Ollio

Il Grande Blek

I dodici Cesari

Il Grande Blek – raccolta n. 100