Ulisse era un fico

Luciano De Crescenzo
«Perché leggere l'Odissea?» potrebbero chiedersi i ragazzi di oggi. Perché perdere tempo con la mitologia che racconta storie di migliaia di anni fa quando adesso abbiamo a disposizione i videogiochi, la televisione e i film in 3D? Perché, parola di Luciano De Crescenzo, le storie degli eroi e degli dèi dell'Olimpo sono piene di colpi di scena,  di amori, tradimenti, viaggi da sogno e vendette alla Rambo. Perché la mitologia è «la capostipite di tutte le telenovelas, la madre di tutti i romanzi d'avventura, il prototipo di tutti i serial». Perché Ulisse era, più di tanti vip del nostro tempo, un vero "fico". Dopo Socrate e compagnia bella, De Crescenzo  dedica al nipote e a tutte le nuove generazioni questo atto d'amore per Ulisse e tutti i miti greci, nella speranza, pagina dopo pagina, di trasmettere, come un  contagio, la sua passione: «In mezzo a dèi ed eroi ritroverai pregi e difetti di noi umani, e ti sorprenderai che storie raccontate migliaia di anni  fa abbiano così tanti punti in comune con la tua vita di ogni giorno».
E Luciano scrivendo al nipote Michelangelo, come un nonno che lo porta per mano al parco dove è solito giocare, gli racconta dei miti degli Dei, da Narciso a Zeus, passando per Orfeo, Dioniso e altri, per poi narrare di eroi con la consueta leggerezza e   al tempo stesso esauriente asciuttezza narrativa citando Teseo e ovviamente il Pelide Achile. Ma il finale è tutto dedicato al mito dell’eroe omerico che dà anche il titolo al libretto che si legge d’un fiato toccando i vertici appunto nel finale dove si racconta, a modo sempre dell’autore, del travagliato ritorno a casa dell’eroe dopo aver distrutto con astuzia Troia. Le sue tribolazioni al pari del trionfo finale e del toccante incontro con la sua Penelope sanno ancora, anche per merito di Lucianone nostro, strappare la lacrimuccia che bagna questa carta dove è scritta una storia senza tempo. Grazie Luciano ti voglio bene per quanto hai saputo destare la nostra attenzione nei tuoi scritti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Da "Le Voci del Bosco" di Mauro Corona

I dodici Cesari

I rangers di Finnegan

Auto & Fuoristrada Dicembre 2012 Gennaio 2013

Il Grande Blek – raccolta n. 100